Due gatti, una bambina, un bambino, una donna, un uomo, una casa, una cucina, un laboratorio di restauro ed ebanisteria, un orto, un frutteto, un bosco che sta crescendo e uno che sta per nascere.
Questo posto è, per noi, molto più di una casa. E’ diventato un progetto di vita, un sogno, un’utopia. Una modalità di esistenza.
Abbiamo restaurato la casa ed il laboratorio con le nostre mani, impiegando materiali naturali come : il legno, il sughero, la canapa.

Crediamo nel sole, produciamo energia elettrica e acqua calda con il suo aiuto.
Crediamo nel legno, con esso costruiamo mobili, porte, scale, pavimenti e pareti.
Il legno ci da calore perchè alimenta tre stufe e una caldaia, con cui scaldiamo la casa, il laboratorio e “La porta verde”.
Affondiamo le mani nella terra per piantare alberi, per coltivare il nostro orto biologico.
Affondiamo le mani nella farina per impastare pane, pasta, biscotti, focacce, brioches.

Ci piace la calma che prorompe dal ritmo del lavoro manuale, perchè crea un diverso scorrere del tempo, imprime ricordi, fissa azioni, crea memoria, costruisce la nostra storia.
E, dunque, è qui la nostra storia: i gatti, i bambini, la cucina, il laboratorio, l’orto, il frutteto, “La porta verde”, noi e gli ultimi quindici anni che sono trascorsi mentre lavoravamo per costruire tutto questo e noi stessi.